Buongiorno cari amici, anche oggi una bella notizia. Qualcosa di “scontato” in passato, di consueto, di prevedibile, che oggi, in alcune città d’ Italia e altri parti del mondo non avrà luogo: la processione del Corpus Domini.

In lingua Croata si chiama :” Tijelovo” e qui a Medjugorje viene seguita da fiumi di fedeli. Così come accadeva nella mia città di Foggia quando mi trovavo lì in occasione di questa importantissima festa. Il calendario liturgico locale segue la tradizione e la solennità ha luogo di giovedì, non viene spostata alla domenica .

Dopomani, 13 giugno, ci sarà anche la marcia a piedi da diverse località dell’Erzegovina verso Ljubuski, nel quartiere di Humac, dove c’è il santuario francescano dedicato a Sant’Antonio di Padova, il Santo più amato dai croati di questa terra. Dopo una messa in cui, domani sera, sarà impartita una speciale benedizione ai bambini, come da tradizione nel giorno prima della festa del Santo, dopodomani ci saranno numerose celebrazioni a Humac.

Posso dire di sentirmi grata e benedetta perché, nonostante gli acquazzoni previsti in questi giorni, questa “chiusura” forzata e l’essere tagliata fuori dalla mia amata Italia mi porta a fare un bagaglio di grazie a cui negli anni precedenti, forse, non avrei fatto caso in questo modo. Chi poteva anche solo sospettare che un evento di portata globale potesse sospendere le Sante Messe e le processioni in Italia, dove c’è la tomba di Pietro e Paolo? Inimmaginabile.

Oggi, cari miei connazionali, poniamoci l’ obiettivo di adorare con più amore il Santissimo Sacramento, il Pane vivo sceso dal Cielo, che porta in Sé ogni dolcezza. Meditiamo per afferrare il succo dei messaggi che la Madonna ci ha donato in questi 39 anni di premurose attenzioni materne.

Lei sarà particolarmente presente sia durante la Santa Messa che nella Processione e nell’Adorazione, come sempre. Ce lo ripete ancora…

Preghiamo che non Egli non sia più separato da noi, che non consideriamo mai più una pia consuetudine il riceverLo, ma che che ci sazi in eterno.
Grazie per aver dedicato qualche minuto a questa mia condivisione . Restiamo uniti e preghiamo con gioia e con la certezza che le nostre suppliche saranno esaudite .


Citluk, 12 giugno 2020, Claudia

Scritto da:

Claudia@ReginaDellaPace.IT

Sono nata in Italia il 17 Aprile 1982 a Foggia, sono arrivata a Medjugorje nel 2010 ed il 14 Febbraio 2015 ho sposato Mario, nato e residente nella regione che comprende Medjugorje; adesso sono madre di due bellissime bambine e divido la mia vita fra Citluk, Medjugorje e l'Italia.

Sono Laureata in Lingue all'Università di Chieti e Pescara ed ho lavorato anche all'Università di Mostar (Filozofski Fakultet Sveucilista u Mostaru). Grazie a queste competenze ma, soprattutto, per la mia devozione alla Madonna, che mi accompagna dall'infanzia, mi sono occupata a vari livelli di pellegrinaggi, ed ho scritto più articoli per varie riviste.